NUOVO UTENTE
Con la creazione di un account

          Sarai in grado di:

   - Visualizzare dati riservati solo per te in area privata
   - Essere sempre aggiornati sulle nostre attività e servizi
 UTENTE REGISTRATO
Esegui il Login
 NomeUtente 
 Password 

      Recupero Password
REGISTRAZIONE
10-05-2022/12:17:00 Visitato: 4737
Che cosa sono i permessi ex festività?

Le ex festività, o festività soppresse, sono giorni che una volta venivano considerati festivi perché connessi a ricorrenze religiose, e oggi non lo sono più in quanto sono state abolite come festività.

Le festività «abolite» sono state trasformate in permessi retribuiti (ex festività). Queste ore di permesso consentono al lavoratore di assentarsi per motivi personali senza perdere la retribuzione.

La contrattazione collettiva ha generalmente compensato l’abolizione dei quattro giorni di festività religiose con permessi individuali retribuiti per la medesima durata, e cioè per 4 giorni (32 ore) all’anno.

Le vecchie festività religiose cadevano: 

  • il 19 marzo (San Giuseppe);
  • il 26 maggio (Ascensione);
  • il 16 giugno (Corpus Domini);
  • il 29 giugno (San Pietro e Paolo)

A queste festività religiose si aggiunge la festività civile del 4 Novembre - la vittoria della I G.M.

Ogni mese i lavoratori, salvo diverse previsioni contrattuali, maturano 1/12 dell’ammontare annuo di ex festività (32 ore). Le festività soppresse normalmente maturano in proporzione al periodo di lavoro effettuato nell’anno; talvolta, però, possono essere riproporzionate anche in caso di assenza non retribuita o altre assenze (es. maternità, cassa integrazione guadagni).

Facciamo un esempio: un lavoratore assunto il 1° febbraio troverà nella busta paga di aprile 7,99/8 ore di permesso a titolo di ex festività.

Per capire quante ore spettano di festività soppresse bisogna fare il seguente calcolo:

  • 32 ore annue / 12 mesi = 2,66 ore mensili di permessi ex festività;
  • ore mensili x numeri di mesi lavorati (secondo le indicazioni del CCNL): 3 mesi di lavoro x 2,66 ore= 7,99/8 ore.

Le ore di permesso ex festività si trovano, generalmente, nella parte bassa del cedolino; in questa sezione si vede la maturazione delle ore, quante ore sono state godute e quante ne rimangono (alla voce «saldo»).

Spesso le ore maturate e residue dell’anno precedente vengono riportate nell’anno successivo. I permessi ex festività sono delle ore che il lavoratore dipendente può utilizzare per necessità personali, previo preavviso al datore di lavoro.

In caso di cessazione del rapporto di lavoro (dimissioni, licenziamento o fine rapporto) le festività soppresse non utilizzate vengono pagate nella busta paga secondo la retribuzione oraria percepita.

 

WebTv UGL Comunicazioni  
 POSTE ITALIANE 3
 730 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 1
 CCNL AZIENDALI 3
 LAVORO E GIURISPRUDENZA 0
 BUSTA PAGA 2022 2
 PENSIONI / T.F.R. 0
CAMPAGNA TESSERAMENTO UGL COMUNICAZIONI 2022
Created & Powered By APL Sistemi
© 2022 FNC-UGL COMUNICAZIONI All Rights Reserved
FNC-UGL COMUNICAZIONI - Via di Santa Croce in Gerusalemme, 97 Roma
   
INFO
FNC-UGL COMUNICAZIONI
Dove Siamo | RSS
CONTATTI
Telefono  +39 06 70476547
Fax  +39 06 70476547
E-Mail  info@uglcomunicazioni.it
TERMINI E CONDIZIONI
Informativa sulla Privacy
Avvertenze
Cookie policy
MENU'
    Web Tv
    News & Comunicati
    Eventi
    Agenda
    Documenti
    Link & Numeri Utili
    Questionari & Sondaggi
    Domande Frequenti