NUOVO UTENTE
Con la creazione di un account

          Sarai in grado di:

   - Visualizzare dati riservati solo per te in area privata
   - Essere sempre aggiornati sulle nostre attività e servizi
 UTENTE REGISTRATO
Esegui il Login
 NomeUtente 
 Password 

      Recupero Password
REGISTRAZIONE
09-05-2022/16:03:00 Visitato: 331
Bonus 200 euro per pensionati e lavoratori, approvato il decreto aiuti

Nel comunicato stampa n. 75 del 2 maggio, pubblicato sul sito del Governo, è stata resa nota l'approvazione del "Decreto energia e investimenti" ribattezzato "decreto aiuti".

Nella parte dedicata alle misure per il lavoro, le politiche sociali e i servizi ai cittadini, è previsto il riconoscimento di un assegno una tantum a lavoratori e pensionati con un reddito inferiore ai 35.000 euro, al fine di contribuire alle difficoltà legate al caro prezzi.

La misura è il frutto di un accordo intercorso con i sindacati e dalle dichiarazioni del Presidente del Consiglio Mario Draghi beneficeranno del bonus 28 milioni di persone.

Vediamo in dettaglio di cosa si tratta.

Le categorie dei beneficiari del bonus sono, come anticipato:

    i lavoratori dipendenti;

    i lavoratori autonomi

    i pensionati.

Per i dipendenti e i pensionati il requisito distintivo è il reddito, che non deve superare i 35.000 all'anno, salvo variazioni. In questo caso l'assegno sarà uguale per tutti.

Ancora incerto invece il meccanismo per il riconoscimento dei bonus in favore dei lavoratori autonomi. Per loro sarà quindi necessario attendere l'emanazione del decreto attuativo.

Il bonus da 200 euro viene finanziato grazie all'aumento della tassa sui profitti energetici delle aziende. Chiarimenti che sono stati forniti dal Ministro dell'Economia Daniele Franco. Alla misura sono destinati 6 miliardi di euro. Previsto infatti un ulteriore aumento del 15% sulla base imponibile, che rappresenta un prelievo straordinario sulle imprese che producono, vendono, rivendono e importano energia elettrica, gas e prodotti petroliferi.

I pensionati troveranno il bonus nel cedolino della pensione. I lavoratori invece se lo vedranno accreditare nella busta paga, che quindi sarà più sostanziosa.

I tempi al momento non sono certi. Si prevede che i pensionati probabilmente lo vedranno nel cedolino di luglio, mentre i lavoratori dipendenti tra giugno e luglio.

Il Ministro Franco sul punto infatti rassicura che il bonus sarà riconosciuto "non appena tecnicamente possibile."

Il bonus ai lavoratori dipendenti sarà erogato dai loro datori di lavoro, che potranno recuperare l'esborso in sede di pagamento delle imposte. Il datore non anticipa nulla quindi, ha precisato Draghi, anche perché il ristoro è previsto al primo pagamento fiscale del datore.

WebTv UGL Comunicazioni  
 POSTE ITALIANE 3
 730 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 1
 CCNL AZIENDALI 3
 LAVORO E GIURISPRUDENZA 0
 BUSTA PAGA 2022 2
 PENSIONI / T.F.R. 0
CAMPAGNA TESSERAMENTO UGL COMUNICAZIONI 2022
Created & Powered By APL Sistemi
© 2022 FNC-UGL COMUNICAZIONI All Rights Reserved
FNC-UGL COMUNICAZIONI - Via di Santa Croce in Gerusalemme, 97 Roma
   
INFO
FNC-UGL COMUNICAZIONI
Dove Siamo | RSS
CONTATTI
Telefono  +39 06 70476547
Fax  +39 06 70476547
E-Mail  info@uglcomunicazioni.it
TERMINI E CONDIZIONI
Informativa sulla Privacy
Avvertenze
Cookie policy
MENU'
    Web Tv
    News & Comunicati
    Eventi
    Agenda
    Documenti
    Link & Numeri Utili
    Questionari & Sondaggi
    Domande Frequenti