NUOVO UTENTE
Con la creazione di un account

          Sarai in grado di:

   - Visualizzare dati riservati solo per te in area privata
   - Essere sempre aggiornati sulle nostre attività e servizi
 UTENTE REGISTRATO
Esegui il Login
 NomeUtente 
 Password 

      Recupero Password
REGISTRAZIONE
 DETTAGLIO DOCUMENTO   Cassazione: il diritto allassunzione del disabile non viene meno se ha già una occupazione precaria
APPROFONDIMENTI 25-11-2014
Cassazione: il diritto allassunzione del disabile non viene meno se ha già una occupazione precaria

E quanto ha stabilito la Cassazione nella pronuncia in oggetto, accogliendo il ricorso di uninsegnante precaria la quale, proprio perchè avrebbe svolto periodi sporadici di insegnamento (nella specie, alcune supplenze) nonostante si fosse qualificata per lassunzione a tempo indeterminato, avrebbe difettato del requisito della non occupazione e dunque le sarebbe stata negata la nomina in ruolo.

Trattandosi di atto susseguente lespletamento di prova concorsuale – ricadendo tutti i precedenti nella giurisdizione del giudice amministrativo – e vertendo sulla tutela di un vero e proprio diritto soggettivo, la giurisdizione è del giudice ordinario.

La Cassazione ha esaminato le origini storiche dellistituto della quota di riserva, nei concorsi pubblici, a favore degli invalidi, estrapolandone la ratio: da istituto di solidarietà sociale (legge 482/1968) a vero e proprio mezzo di “valorizzazione delle capacità professionali del disabile con la funzionalità economica delle imprese stesse”. La possibilità di assumere i disabili vincitori di pubblici concorsi prescinde quindi dallo stato di disoccupazione di questi, essendo la ratio della norma, oggi vigente, differente (legge 68/1998). Sono inoltre richiamate le posizioni, sul punto, sia dellUnione europea che di determinate convenzioni internazionali.

Il principio esposto in sentenza è dunque il seguente: “nellimpiego pubblico privatizzato ogni tipo di graduatoria vincola in modo assoluto il datore di lavoro a idividuare gli aventi diritto allassegnazione dei posti riservati, essendosi in presenza di un principio generale che non può essere in alcun modo violato e che linserimento nelle graduatorie del personale disabile che abbia conseguito lidoneità nei concorsi pubblici (…) ai fini delladempimento degli obblighi (…) dì diritto allassunzione anche a prescindere dallo stato di una precaria occupazione dellinvalido, considerata la pregnanza dellobbligo solidaristico cui deve essere informato lagire della pubblica amministrazione (al pari del datore di lavoro privato)”.

Corte di Cassazione civile, sezione lavoro, sentenza n. 24723 del 19 Novembre 2014.

 

WebTv UGL Comunicazioni  
 CCNL AZIENDALI 2
 LAVORO E GIURISPRUDENZA 0
 PENSIONI / T.F.R. 0
 BUSTA PAGA 0
CAMPAGNA TESSERAMENTO UGL COMUNICAZIONI 2019
Created & Powered By APL Sistemi
© 2019 UGL COMUNICAZIONI All Rights Reserved
UGL COMUNICAZIONI - Via di Santa Croce in Gerusalemme, 97 Roma
   
INFO
UGL COMUNICAZIONI
Dove Siamo | RSS
CONTATTI
Telefono  +39 06 70476547
Fax  +39 06 70476547
E-Mail  info@uglcomunicazioni.it
TERMINI E CONDIZIONI
Informativa sulla Privacy
Avvertenze
Cookie policy
MENU'
    Web Tv
    News & Comunicati
    Eventi
    Agenda
    Documenti
    Link & Numeri Utili
    Questionari & Sondaggi
    Domande Frequenti